Alessio Gismondi su Tv2000 il 2 dicembre nel documentario della serie “I manager di Dio”


Alessio Gismondi 2Ora et labora. E così, applicando la regola di San Benedetto, può anche capitare di diventare un “manager di Dio”. È successo ad Alessio Gismondi, titolare dell’azienda Codice-a-barre e presidente della CNA di Civitavecchia, che sarà su Tv2000 il 2 dicembre, alle ore 19.

I documentari della serie “I manager di Dio”, di Pietro Mereu, sono infatti nel nuovo palinsesto. Si tratta di una miniserie in due puntate, in onda il 2 e 9 dicembre, prodotta dalla stessa Tv2000 e da Ilex Production. Tutto è nato così. Il regista, lo scorso anno, ha ripreso un seminario di Rocco Meloni, esperto di filosofia e studi classici, dedicato ai manager e incentrato sull’applicazione della regola benedettina nel lavoro. L’evento si svolgeva nel monastero benedettino San Pietro di Sorres, a qualche decina di chilometri da Sassari.

La cosa è poi proseguita. “Ho partecipato a un corso di formazione manageriale nel monastero di Santa Scolastica – dice Gismondi – a Subiaco. C’erano 12 manager e Rocco Meloni, formatore per i rapporti con il personale. E c’era il regista, che ha filmato tutto e alla fine ha selezionato uno dei presenti, per documentare anche, successivamente, l’applicazione della regola. La scelta è ricaduta su di me”.

Le puntate si sviluppano infatti tra i due territori, in Sardegna e nel Lazio. La troupe è stata impegnata in Svezia, per seguire un chirurgo a Goteborg, quindi a Civitavecchia per Gismondi. Scopo, capire come è cambiata la situazione professionale dopo gli insegnamenti benedettini. “Hanno girato tre giorni nel mio laboratorio – continua – per vedere come io avessi applicato la regola”.

E come si applica? “È complicato: ho riorganizzato completamente il laboratorio, dando più fiducia a chi lavora con me, coinvolgendo di più anche con il dialogo. Ognuno – conclude Gismondi – deve fare la propria parte nel raggiungimento dell’obiettivo, ad ognuno la propria parte di responsabilità. E questo dipende anche molto dalle persone con cui lavori”.

Contattaci

  • Inserisci la tua richiesta o il tuo messaggio