Credito, CNA scrive all’ABI: “Molte banche fanno ingiustamente resistenza a prolungare le moratorie sui prestiti”


credito-strettaSulla proroga della moratoria sui prestiti disposta dal Decreto Sostegni Bis “stiamo riscontrando in questi giorni comportamenti difformi da parte del sistema bancario” che nel complesso sono orientati “a scongiurare il prolungamento della moratoria”. Sergio Silvestrini, Segretario Generale della CNA, ha scritto al Direttore Generale dell’ABI, Giovanni Sabatini, per segnalare le resistenze da parte degli istituti di credito ricordando che il Decreto stabilisce che la proroga è una operazione in continuità e non comporta la revisione della situazione creditizia del beneficiario da parte della banca.

Silvestrini nella lettera sottolinea che “ancora non sono così evidenti i segnali di ripresa”, e quindi “riteniamo sia di comune interesse operare affinché venga garantito respiro al nostro sistema imprenditoriale, fortemente colpito dagli effetti della pandemia”. “La crescita prevista per i prossimi mesi darà certamente fiato alla nostra economia, ma ancora dobbiamo tutti essere pazienti, ed evitare accelerazioni che vanificherebbero gli sforzi sin qui operati”.

Per il Segretario Generale della CNA è “necessario continuare a fare fronte comune e sostenere strumenti che possano accompagnare la ripresa; iniziative più selettive potranno, invece, essere adottate quando il sistema imprenditoriale nel suo complesso avrà ripreso a generare flussi di cassa idonei a garantire il rispetto di impegni assunti prima della pandemia”. L’esigenza di prorogare la moratoria è emersa in tutta evidenza da una indagine promossa dalla CNA su un campione significativo di imprese. In particolare l’83% degli intervistati ritiene che senza la proroga non riuscirebbe a rispettare gli impegni con l’istituto finanziatore (35%) o avrebbe molti problemi a farlo (48%).

Contattaci

  • Inserisci la tua richiesta o il tuo messaggio
x

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra Privacy Policy.